Oltre la realtà: le campagne CGI come nuova leva per il marketing

Negli ultimi anni, il mondo del marketing ha subito una trasformazione epocale grazie all’avvento delle tecnologie digitali e, più recentemente, delle Computer Generated Imagery (CGI).

L’ultima campagna CGI in ordine di apparizione è quella creata dalla celebre azienda di abbigliamento, The North Face, che ha vestito il Big Ben di Londra con uno dei suoi iconici giubbotti. Queste immagini si stanno configurando come una potente leva per coinvolgere il pubblico in modo innovativo e accattivante.

Autobus e metro che sbattono le ciglia alla fermata, borse in grado di sfrecciare per le strade di Parigi e addirittura un enorme Condom srotolato sull’obelisco di Buenos Aires sono solo gli ultimi esempi di campagne di marketing che sfruttano l’intelligenza artificiale. Immagini e video generati al computer possono trasportare il pubblico in mondi fantastici e offrire esperienze immersive che vanno oltre la semplice pubblicità.

Ma in che modo questo approccio innovativo riesce a funzionare in maniera così efficace?

Le campagne CGI mirano a stimolare i nostri sensi in modo da favorire un ricordo dell’immagine nella memoria a lungo termine. Si parla in questo senso di paradosso PAV, Paradosso- Azione- Vivido, ovvero l’applicazione di immagini paradossali, principalmente in movimento e rese ancora più realistiche da ambientazioni e luoghi conosciuti. In questo modo, le campagne saranno in grado di impressionare a tal punto da imprimere, nella mente di chi le vede, un’immagine chiara e nitida del brand.

Le immagini CGI non favoriscono esclusivamente una memorizzazione più solida, ma contribuiscono anche alla costruzione di relazioni più significative e durature con i consumatori. livello di personalizzazione delle campagne favorisce lo sviluppo di legami più solidi con il brand, raccontando storie avvincenti e comunicando in modo memorabile e distintivo i valori del marchio.

Inoltre, è necessario ricordare che a differenza delle produzioni tradizionali che richiedono set fisici, attori e complesse operazioni di post-produzione, le campagne in CGI offrono una soluzione più economica e sostenibile. La possibilità di creare scenari virtuali riduce notevolmente i costi logistici e ambientali, consentendo alle aziende di concentrare le risorse su idee creative e strategie di marketing più avanzate.

In conclusione, le campagne di marketing in CGI stanno ridefinendo il modo in cui le aziende si connettono con il loro pubblico. L’innovazione tecnologica offre opportunità straordinarie per la creatività, la personalizzazione e la sostenibilità. Mentre il mondo del marketing continua a evolversi, le campagne in CGI si presentano come un’opzione avvincente per chiunque cerchi di lasciare un’impronta duratura nella mente dei consumatori.