LinkedIn stories: una nuova tecnica comunicativa giovane e anche professionale

Il social network dedicato ai professionisti starà forse sperimentando nuovi metodi di comunicazione per avvicinarsi a vari tipi di utenti?

Ebbene sì, LinkedIn, la più grande rete professionale al mondo, integra al social le Storie LinkedIn in Italia, strumento già utilizzato da altre piattaforme per visualizzare e condividere momenti con la propria community e, nel caso specifico, per mostrare sempre più situazioni lavorative quotidiane.

Perché?

Rimanere connessi, a livello personale e professionale, non è mai stato così importante come ora. Durante il lockdown i nostri membri hanno utilizzato LinkedIn per tenersi in contatto con colleghi e altre persone sia per cercare consigli, che per trovare nuove opportunità, o semplicemente per tenersi aggiornati. Vediamo le storie come una naturale continuazione di questa connettività più personale tra colleghi, e abbiamo già visto centinaia di migliaia di nuove conversazioni che si sono innescate tramite le storie.”

commenta Michele Pierri, News Editor di LinkedIn Italia.

Negli ultimi mesi, i lavoratori italiani che si sono ritrovati a praticare lo “smart working”, hanno ridefinito una nuova dinamica, dove vita professionale e personale si sono intrecciate e conciliate quasi del tutto. Così, anche le dinamiche tra colleghi e tra reti professionali sono cambiate, con un conseguente aumento di utilizzo dei propri social network online per restare in contatto con le altre persone.

Potrà allora un social network ideato per il business parlare con i medesimi strumenti dei social network pensati per altri tipi di community? Una grande sfida. Di fatto lo scopo è quello di creare, attraverso le Storie, conversazioni fra professionisti molto più fast rispetto a quelle a cui sono avvezzi oggi.