Sky Advertising Manager: pianifica e gestisci le tue campagne di Digital ADV in pochi semplici step

Trasparenza, integrazione, scalabilità, semplicità e velocità sono i vantaggi fondamentali che Sky Advertising Manager ti garantisce.

 

A chi si rivolge? A piccole e medie agenzie media, PMI e Partite Iva, ma anche grandi agenzie media e società di consulenza che per la prima volta possono utilizzare un prodotto di proximity marketing che consente di accedere anche alla pianificazione su canali OTT.

Leggi tutto “Sky Advertising Manager: pianifica e gestisci le tue campagne di Digital ADV in pochi semplici step”

I core web vitals di Google da maggio 2021 diventeranno un fattore determinante per il ranking

I nostri siti diventeranno più user friendly! Nell’ambito della più generale rivoluzione della Page Experience, a partire da maggio 2021 Google inizierà a valutare i Core Web Vitals come fattore di ranking. Questi ultimi verranno combinati con i nostri segnali di ricerca esistenti, tra cui siti mobili-friendly, safe-browsing, sicurezza HTTPS e le linee guida per gli interstitial intrusivi.

 

Ma quali saranno i primi interventi che Google metterà in pratica?

Leggi tutto “I core web vitals di Google da maggio 2021 diventeranno un fattore determinante per il ranking”

Spotify Advertising: annunci mirati per chi ama sognare tramite l’ascolto

Per raggiungere il tuo pubblico devi trovarti esattamente nello stesso posto in cui trascorre gran parte del proprio tempo. Oggi molti momenti piacevoli sono accompagnati dalle note di Spotify: grazie alla potenza dello streaming audio, puoi personalizzare il tuo messaggio pubblicitario sulla base delle abitudini di ascolto della tua target audience.

 

I dati parlano chiaro: Spotify ha oltre 185 milioni di utenti free in tutto il mondo che trascorrono in media 2,5 ore al giorno su questa piattaforma tra playlist e podcast. Risultato? Infinite possibilità di intercettare il proprio pubblico in qualsiasi momento della giornata attraverso la nuova piattaforma pubblicitaria Spotify Advertising.

Leggi tutto “Spotify Advertising: annunci mirati per chi ama sognare tramite l’ascolto”

Contenuti e canali: quali sono i preferiti dagli utenti?

Da una recente analisi condotta da Hubspot su un campione di 3mila consumatori per capire quali sono i contenuti e i canali maggiormente apprezzati dagli utenti sul web, emerge che la prima posizione è occupata dai video, seguiti a stretto giro dagli articoli interattivi e dai contenuti social.

Ma quale fascia generazionale sono più in grado di colpire e influenzare? Sono i cosiddetti Millennials a preferirli e a fruirli soprattutto da dispositivi mobile.

Mentre alcuni pensano sia solo un trend, i dati confermano che si tratta di un cambiamento dovuto alle preferenze dei consumatori che tendono a prediligere i contenuti altamente tempestivi e coinvolgenti.

Leggi tutto “Contenuti e canali: quali sono i preferiti dagli utenti?”

Instagram penalizza gli influencer che non specificano le collaborazioni a pagamento

Quello degli influencer è un mondo in continua crescita, ma un’azienda che desidera avvalersi di tali figure deve fare molta attenzione a scegliere la persona giusta.

Ora le star dei social media, devono chiarire se vengono pagate da un’azienda per promuovere la propria attività. Spesso lo fanno includendo l’hashtag “#ad” in tali post ma, poichè molti influencer etichettano in modo inadeguato i post per le aziende di cui sostengono i prodotti, Instagram sta prendendo determinati provvedimenti.

 

Leggi tutto “Instagram penalizza gli influencer che non specificano le collaborazioni a pagamento”

Il futuro in mano ai micro-influencer marketing

Per definizione un influencer è una persona con più o meno seguito, in grado di influenzare i comportamenti e le opinioni di un determinato target di consumatori.

Se l’influencer marketing è una tattica per farsi conoscere online e creare affiliazione, un micro-influencer marketing si basa sugli stessi presupposti dell’influencer marketing, ma in scala ridotta.

Leggi tutto “Il futuro in mano ai micro-influencer marketing”

Quanto conosci l’algoritmo di Instagram?

Se anche tu ti sei domandato più volte in base a cosa Instagram decide di spingere un post rispetto a un altro, sappi che il contenuto da solo non basta. Il tempo di permanenza su un post e le interazioni che riceve sono sicuramente fattori importanti: i Like sono ancora l’interazione che ha più peso; le Condivisioni aiutano a raggiungere pubblico nuovo;

i Salvataggi che ottieni nei primi minuti fanno crescere rapidamente la copertura del tuo post; i Commenti, anche se sono la metrica meno importante per l’algoritmo, vanno curati per coltivare il legame con la tua community.

Leggi tutto “Quanto conosci l’algoritmo di Instagram?”

LinkedIn stories: una nuova tecnica comunicativa giovane e anche professionale

Il social network dedicato ai professionisti starà forse sperimentando nuovi metodi di comunicazione per avvicinarsi a vari tipi di utenti?

Ebbene sì, LinkedIn, la più grande rete professionale al mondo, integra al social le Storie LinkedIn in Italia, strumento già utilizzato da altre piattaforme per visualizzare e condividere momenti con la propria community e, nel caso specifico, per mostrare sempre più situazioni lavorative quotidiane.

Perché?

Leggi tutto “LinkedIn stories: una nuova tecnica comunicativa giovane e anche professionale”

Text Rule di Facebook Ads: addio!

Facebook evolve senza sosta. Quella che condividiamo con te oggi è una notizia che testimonia una transizione avvenuta con successo: le Facebook Ads hanno eliminato i limiti di testo nelle immagini.

Anche se Facebook continua a consigliare di mantenere al minimo la quantità di testo, la presenza massiccia di testo – oltre il 20% dello spazio totale dell’immagine – non comporterà più la disapprovazione dell’annuncio o la riduzione della sua visibilità e distribuzione nelle aste.

Il passaggio è stato graduale, infatti, mesi prima che venisse ufficializzata l’eliminazione della Text Rule di Facebook Ads, le inserzioni con una quantità di testo superiore alla media venivano approvate senza problemi.

Leggi tutto “Text Rule di Facebook Ads: addio!”

Il Mobile Advertising in Italia: i risultati della ricerca dell’Osservatorio Mobile

Dall’ultima ricerca pubblicata dall’Osservatorio Mobile del Politecnico di Milano, emerge che:

– Sono circa 34 milioni gli italiani che ogni mese utilizzano dispositivi mobili (Smartphone e Tablet) per collegarsi a Internet, pari all’86% della popolazione online. Il 39% di questi individui naviga esclusivamente da Mobile

– Il Mobile può essere utilizzato per raggiungere tutti gli obiettivi di comunicazione e relazione con un utente: da quelli di posizionamento della marca (awareness) a quelli che puntano a stimolare l’interesse per un prodotto/servizio, fino ad arrivare a obiettivi specifici di vendita e infine alla loyalty

Leggi tutto “Il Mobile Advertising in Italia: i risultati della ricerca dell’Osservatorio Mobile”

LinkedIn Ads continua ad evolversi!

La piattaforma pubblicitaria di LinkedIn darà la possibilità di effettuare azioni di retargeting in base alle azioni di coinvolgimento dell’utente con i contenuti pubblicati, proprio come è già possibile fare invece su Facebook. Cerchiamo di fare chiarezza: fino ad oggi LinkedIn permetteva di fare remarketing soltanto su segmenti di utenti che avevano interagito col nostro sito e non, ad esempio, con chi aveva magari soltanto guardato un nostro video sponsorizzato oopure interagito con un nostro contenuto pubblicato sul Social Network.

Leggi tutto “LinkedIn Ads continua ad evolversi!”

Quale impatto avrà il Coronavirus sulla pubblicità?

Che impatto sta avendo e avrà sugli investimenti pubblicitari il diffondersi dell’epidemia Covid-19 nel mondo? Consapevoli del fatto che ogni previsione in questo momento è del tutto prematura, le prime stime arrivano da eMarketer, che vede al ribasso le sue precedenti previsioni sul valore degli investimenti adv globali 2020, portandole a 691,7 miliardi di dollari, rispetto ai precedenti 712,02 miliardi.

 

Leggi tutto “Quale impatto avrà il Coronavirus sulla pubblicità?”

Aziende B2B e Customer Journey

È bene avere consapevolezza di quanto il Customer Journey nel mondo del B2B è lungo e tortuoso. A dimostrarlo un indagine di FocusVision, la quale ha coinvolto 243 dirigenti di grandi aziende aventi almeno 500 dipendenti e 50 milioni di ricavi, con all’interno una soluzione martech. Lo studio si focalizza quattro fasi di acquisto del consumatore: comprensione del problema, ricerca dei fornitori, short-listing e decisione finale.

Leggi tutto “Aziende B2B e Customer Journey”

Analisi Warc: Google e Facebook sorpassano la TV

Werk, società di marketing intelligence, fa emergere dati schiaccianti. Si parla di un aumento della spesa pubblicitaria globale che dovrebbe aumentare del 7,1%, pari a 660 miliardi di dollari nel corso dell’anno, supportata dal 13,2% degli investimenti su Internet. Altro elemento caratterizzante in questa fase sarà la crescita speculare dei media tradizionali combinati, ciò non accadeva dal lontano 2011.

Leggi tutto “Analisi Warc: Google e Facebook sorpassano la TV”

Dal 1°Marzo 2020 un nuovo aggiornamento di Google interesserà la scansione e l’indicizzazione delle pagine web

Il Nofollow Update influirà sulla scansione e indicizzazione dei collegamenti (link) “nofollow” presenti all’interno dei siti web. Google ha precedentemente trattato i link nofollow come una direttiva, escludendoli quindi dalla scansione e indicizzazione. A partire dal 1° marzo invece, Google tratterà i link nofollow soltanto come un suggerimento e quindi tali pagine potrebbero tranquillamente essere scansionate e indicizzate dal Google Crawler.

 

Leggi tutto “Dal 1°Marzo 2020 un nuovo aggiornamento di Google interesserà la scansione e l’indicizzazione delle pagine web”

Google vuole salvare i negozi fisici da Amazon con Pointy

E’ chiaro come nell’ascesa e nella battaglia fra colossi digitali il commercio al dettaglio abbia un ruolo determinante. Con il recente acquisto dell’irlandese Pointy per una cifra intorno ai 147 milioni di euro, Google spinge in direzione dei negozi fisici! La start-up fondata nel 2014, aiuta i rivenditori a organizzare la presenza dei loro prodotti online con un dispositivo (da collegare allo scanner del codice a barre) e un software.

Leggi tutto “Google vuole salvare i negozi fisici da Amazon con Pointy”